Nelle ultime settimane, mentre l’Italia ripartiva, ci siamo dedicati con entusiasmo a una nuova iniziativa di grande valore per il sostegno che offre alle imprese. 

Mediamorfosi ha curato, infatti, il lancio di K-Y-D, un Dispositivo di Protezione Individuale per il social distancing ideato e sviluppato interamente in Italia da Rethink Future, start-up che opera nella progettazione di soluzioni per la sicurezza aziendale.K-Y-D è il primo prodotto della società e sarà sul mercato a partire dal 30 giugno, ma è già in preordine su www.k-y-d.it. Il suo obiettivo è quello di fornire uno strumento affidabile, sicuro e accessibile per mettere in sicurezza i luoghi di lavoro, tutelando clienti e dipendenti.

K-Y-D è un braccialetto Bluetooth che utilizza le onde radio per rilevare la presenza di dispositivi analoghi nelle immediate vicinanze, entro un raggio di due metri. Al di sotto di questa distanza il braccialetto inizia a vibrare con un’intensità via via crescente all’aumentare della vicinanza. 

Indossando K-Y-D, quindi, è possibile gestire facilmente gli spazi e mantenere la distanza di sicurezza in ogni momento della quotidianità: in ufficio, al supermercato, in palestra, presso gli stabilimenti balneari, a scuola. Si configura come una soluzione ideale non solo per le aziende, ma anche per le famiglie nei loro momenti di svago e in tutte le normali attività. 

   

Mediamorfosi ha curato la strategia di lancio del prodotto, occupandosi di digital PR con la redazione di press kit e la sua diffusione sulle principali testate in tema di innovazione e tecnologia e di digital marketing, con attività di social media management e keyword advertising. 

A partire dall’analisi dello scenario e delle caratteristiche tecniche del prodotto abbiamo individuato gli asset fondamentali sui quali costruire la strategia di comunicazione, in modo da valorizzare la value proposition di K-Y-D e i suoi vantaggi più rilevanti per specifici segmenti target, anch’essi definiti con precisione per ottimizzare il ritorno sull’investimento.

Studiare i trend attuali e il mercato di riferimento ci ha aiutato a comprendere a pieno le potenzialità del prodotto e le reali esigenze dei consumatori che va a soddisfare: tra i diversi plus del dispositivo, un valore enfatizzato nei vari strumenti di comunicazione è quindi il rispetto della privacy. Grazie al costante monitoraggio delle conversazioni e all’analisi della community, infatti, sappiamo che si tratta di un tema delicato cui gli Italiani prestano molta attenzione, a seguito del dibattito creatosi intorno ai rischi delle app di contact tracing proposte per far fronte all’emergenza Covid-19 e contribuire a contenere i contagi.

Logo e visual identity sono stati creati in collaborazione con Humus Design, studio di naming e branding tra i più apprezzati in Italia.

Per conoscere meglio il progetto, puoi seguire Rethink Future su Facebook, Twitter, Linkedin e Instagram.